Operatore Olistico Vibrazionale

PROGRAMMA

Programma

Primo Modulo

  1. La struttura dell'energia.
  2. I diversi tipi di energia:
    • Energia di luce (planetaria, angelica e cosmica).
    • Energia vitale (prana).
    • Energia dei quattro regni.
    • Energia dei cinque elementi.
  3. La struttura della sensibilità: il f.e.m.s.
  4. Gestire e orientare la sensibilità.
  5. Direzionare la nostra sensibilità verso l'interno e/o verso l'esterno.
  6. Gestire e orientare l'attenzione.
  7. Tecniche per percepire informazioni dal piano fisico, emotivo, mentale,
    Spirituale/ esistenziale.
  8. Tecniche per distinguere e riconoscere la provenienza e la qualità delle informazioni.
  9. Tecniche di purificazione dell'ambiente i°livello .
  10. Tecniche di di schermatura e di auto-protezione i° livello.
  11. Introduzione alle tecniche vibrazionali affrontate durante il percorso formativo:
    • la mappatura della linea dello squilibrio
    • la mappatura delle circostanze
    • attivazione della sensibilita' psichica
    • ricerca dei talenti
    • ricerca delle missions
    • attivazione dei talenti
    • mappatura traumi e shock
    • dialogo con la coscienza e mappatura comportamenti disfunzionali
    • ricerca delle vite passate
    • drenaggio dell'inconscio
    • simbologia dei sogni.
  12. Pranoterapia, reiki e tecniche vibrazionali a confronto.
  13. Esercizi e simulazioni.

Secondo modulo

  1. Tecniche vibrazionali:
    • Campi d'applicazozione territori comuni.
    • Specifici.
    • Metamedicina - metapsicologia.
    • Finalità operative delle tecniche vibrazionali.
  2. I sensori aurici, ovvero gli organi dell'anima (sensibilità, intuito, discernimento etico).
  3. I campi d'applicazione dei tre organi dell'anima.
  4. Simbologia psicosomatica: corrispondenza tra gli stati d'animo negativi e organi fisici.
  5. Tecniche di indagine dei disequilibri (piano fisico).
  6. Tecnica di mappatura dei disequilibri psicosomatici.
  7. Tecnica di localizzazione della linea di squilibrio attraverso l'uso del f.e.m.s.
  8. Uso della psicosomatica: corrispondenze tra gli organi e gli stati d'animo.
  9. Consapevolizzare i disequilibri per risolverli: analisi dei disturbi come indicatori dei disagi interiori.
  10. Setting: consapevolezza e integrazione delle esperienze negative in base alla lettura della linea dello squilirio - i° parte.
  11. Tecniche vibrazionali: il riequilibrio energetico della linea di squilibrio.
  12. Esercizi e simulazioni.

Terzo modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Setting: consapevolezza e integrazione delle esperienze negative in base alla lettura della lina dello squilibiro -ii° parte.
  2. La simbologia oggettiva.
  3. La nascita di un simbolo.
  4. La decodificazione di un simbolo.
  5. L'interpretazione di un simbolo.
  6. Forme geometriche: astrazioni / simboli.>
  7. I colori e le loro valenze.
  8. Tecnica della mappatura delle circostanze.
  9. Setting: condivisione del risultato ottenuto attraverso la mappatura delle circostanze.
  10. I disturbi somatizzati sulla cute.
  11. Le allergie e le intolleranze.
  12. Metodi di purificazione dell'ambiente ii° livello.
  13. Metodi di schermatura e di auto-protezione ii° livello.
  14. Esercizi e simulazioni.

Quarto modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Tecniche di autoriequilibrio energetico dell'operatore olistico:
    • Identificare, purificare, trasformare.
    • Individuare e chiudere i cicli karmici.
    • La visualizzazione evolutiva: il tempio interiore.
    • La preghiera e la potenza del suono: il mantra.
    • La meditazione e l' utilizzo dell'energia pensiero.
    • La contemplazione: la fusione con l'universo.
    • Ascolto dell'energia sacra e dell'energia vitale.
    • La relazione profonda tra anima e corpo.
    • L'arte dell'attenzione silenziosa.
  2. Tecnica di riequilibrio a distanza.
  3. Il codice deontologico dell'operatore olistico vibrazionale - i° parte.
  4. Esercizi e simulazioni.

Quinto modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Elementi teorici fondamentali, nell'uso evolutivo dei talenti, per l'operatore olistico:
    • Differenza tra abilità, competenza e talento.
    • La percezione dei propri talenti e di quelli altrui.
    • La scelta dei talenti dal punto di vista dell'anima.
    • Talento e percorso animico.
    • Talento e percorso egoico.
    • Differenza tra talenti artistici e altri tipi di talenti.
    • Differenza tra talenti antichi e talenti nuovi.
  2. Tecniche di riconoscimento e attivazione della sensibilità degli adulti.
  3. Tecnica di mappatura dei talenti: "come".
  4. Setting e condivisione del risultato ottenuto.
  5. Tecnica di attivazione dei talenti artistici: il canto e la scrittura.
  6. Come usare i talenti artistici per il drenaggio delle emozioni.
  7. Esercizi e simulazioni.

Sesto modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Teorici fondamentali, nell'uso evolutivo delle missions, per l'operatore olistico:
    • L'effetto dei pensieri sugli stati d'animo quotidiani.B) conoscere le implicazioni e l'influenza delle proprie credenze.
    • La struttura della griglia mentale: i parametri soggettivi di misurazione della realtà.
    • Relazione tra modi di pensare e modelli comportamentali.
  2. Tecnica di indagine delle life missions: la scelta evolutiva dei compiti animici.
  3. I differenti tipi di missions.
  4. La griglia esistenziale: la relazione con il divino proietta la scala valoriale in base alla qualesi effettuano le scelte.
  5. Le missions e la visione dell'ego.
  6. Tecnica di mappatura delle missions: "dove".
  7. Setting: condivisione evolutiva delle missions.
  8. Setting: consapevolezza e integrazione delle missions nel proprio contesto.
  9. Esercizi e simulazioni.

Settimo modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Elementi teorici fondamentali di anatomia vibrazionale:
    • Visione evolutiva e integrata dell'essere: anatomia vibrazionale i° parte.
    • Interazione tra energia pensiero ed energia emotiva e relative implicazioni.
    • Il cervello dal punto di vista evolutivo vibrazionale (organo sensoriale).
    • Intuito e istinto dal punto di vista evolutivo vibrazionale.
    • L'intelletto, organo vibrazionale del giudizio: struttura e compiti evolutivi.
    • La struttura della coscienza dal punto di vista evolutivo vibrazionale - i°parte.
  2. Tecniche di riconoscimento e attivazione della sensibilità dei bambini.
  3. Setting e condivisione del risultato ottenuto.
  4. Analisi e comprensione del desiderio e della frustrazione e le loro implicazioni energetiche.
  5. Tecnica di attivazione dei talenti artistici: la scultura e la pittura.
  6. Come usare i talenti artistici per il drenaggio delle emozioni.
  7. Esercizi e simulazioni.

Ottavo modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Elementi teorici fondamentali di anatomia vibrazionale.
  2. Le funzioni del sogno dal punto di vista fisiologico e dal punto di vista evolutivo.
  3. Cicli circadiani: il sogno e la veglia.
  4. Il sogno e il sistema nervoso, funzione drenante del sogno.
  5. Il sogno come spazio interiore. I vettori spazio-tempo durante il sogno.
  6. Confluenza tra la realtà onirica e quella della veglia.
  7. Il sogno come esperienza.
  8. Il sogno come apprendimento.
  9. Il sogno medianico.
  10. Tenica di programmazione dei sogni.
  11. Guidare i sogni: dal disordine all'ordine.
  12. Tecnica di pilotaggio i sogni: ricordarli, ricevere indicazioni relative ad un orientamento evolutivo, etc.
  13. Decodificazione dei messaggi evolutivi dei sogni attraverso l'uso della simbologia oggettiva.
  14. Coltivare il talento del "sognare".
  15. Setting e condivisione del risultato ottenuto.
  16. Esercizi e simulazioni.

Nono modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Tecnica di mappatura delle dinamiche disarmoniche del comportamento
    E del carattereattraverso la tecnica del dialogo telepatico(i.c.):
    • Strategie e strumenti di elaborazione dei dati ottenuti.
    • Comparazione delle vecche tecniche (la telepatia, il silent talk, energy reading, etc.) E le nuove scoperte.
    • Setting e condivisione del risultato ottenuto: ledue fasi della comunicazione.
  2. I talenti relativi alla percezione sottile: conoscerli e viverli positivamente.
  3. Principi fondamentale del reading e del channeling.
  4. Introduzione all'angelologia e alla numerologia.
  5. Tecnica di attivazione dei talenti artistici: musica, poesia, danza.
  6. Uso della simbologia oggettiva per decodificare i messaggi evolutivi che emergono attraverso l'uso dei talenti artistici.
  7. Case history.
  8. Esercizi e simulazioni.

Decimo modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Elementi teorici fondamentali di anatomia vibrazionale:
    • La struttura vibrazionale della coscienza - ii°parte.
    • Struttura vibrazionale e funzioni evolutive della mente.
    • Struttura vibrazionalee funzioni evolutive della memoria.
    • Struttura vibrazionale e funzioni dell'inconscio.
    • La struttura dell'aura, le sue funzioni.
  2. Tecnica di percezione dell'aura. Antiche credenze e nuove scoperte.
  3. Tecniche di purificazione dell'inconscio.
  4. Setting e condivisione del risultato ottenuto.
  5. Evoluzione della coscienza attraverso l'attivazionedei talenti.
  6. Esercizi e simulazioni.

Undicesimo modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. Elementi teorici fondamentali di anatomia vibrazionale:
    • Inconscio, memoria evolutiva e archivi akashici.
    • Cosa determina la rinascita: i cicli della vita.
  2. Introduzione alle tecniche di indagine nelle vite passate.
  3. Tecnica classica di regressione indotta.
  4. Tecnica di evocazione indiretta (in base alle tecniche vibrazionali).
  5. Setting e condivisione del risultato ottenuto.
  6. L'eredità proveniente dalle vite precedenti.
  7. La visione evolutiva dell'ereditarieta' genetica.
  8. Tecnica di attivazione dei talenti artistici: drammatizzazione.
  9. Esercizi e simulazioni.

Dodicesimo modulo
Integrazione degli elementi teorici e delle tecniche apprese.

  1. La provenienza del sistema di credenze personale, famigliare, culturale e collettivo.
  2. La provenienza del pensiero individuale, famigliare, sociale, animico.
  3. La relazione tra la griglia mentale personale e la griglia mentale ereditata.
  4. Pensieri volontari e involontari e il retro-pensiero.
  5. Le ferite dell'anima: ferita generazionale e ferita individuale.
  6. Tecniche per mettere a fuoco e modificare i disagi legati ad antiche credenze.
  7. Lo specchio della coscienza: lettura – confronto – riequilibrio (teoria).
  8. La gestione dell'imprevisto: interazione fra spirituale, mentale, Emotivo e fisico (la velocità).
  9. L'alchimia ai giorni nostri.
  10. Deontologia dell'operatore olistico vibrazionaleii° parte.
  11. Esercizi e simulazioni.

Gli argomenti del programma potrebbero subire variazioni, potrebbero essere aggiunti alcuni argomenti nuovi perché richiesti dal gruppo di studio e altri punti potrebbero essere esposti in un ordine differente rispetto a quello indicato nel programma. Tutto ciò per favorire al massimo la fruizione e l'approfondimento delle materie che il discente dovrà affrontare.

BIBILOGRAFIA

  1. Medicina vibrazionale, di richard gerber. Macro edizioni.
  2. La via della gioia, di cristina aprato. Edizioni centro di benessere psicofisico di torino.
  3. Tutto è uno, di michealtalbot. Editore apogeo
  4. Sincronicità. Il legame tra fisica e psiche. Da pauli e jung a chopra,
  5. Di massimo teodorani. Macro edizioni.
  6. Il tuo sacro io, di waynedyer. Tea edizioni.
  7. La matrix divina, di greggbraden. Macro edizioni.
  8. La biologia delle credenze, di bruce h. Lipton. Macro edizioni.
  9. intelligenza emotiva, di daniel goleman. Bur edizioni.
  10. il codice dell'anima, di james hillman. Adelphi edizioni.
  11. Uno, sperimentare l'unità con tutto ciò che è, di rasha. Edizioni stazione celeste.
  12. Baba bedi tra oriente e occidente,di barbieri e barnabei. Edizioni centro di benessere psicofisico di torino.
  13. Coscienza, occhio dell'anima, di piare lhal bedi. Edizioni centro di benessere psicofisico di torino.
  14. L'uomo totale, di piare lhal bedi. edizioni centro di benessere psicofisico di torino.

Questi sono alcuni dei testi da noi consigliati. Durante le lezioni vi daremo maggiori ragguagli su quei testi che consideriamo particolarmente importanti affinché possiate costruirvi una base sufficientemente solida d'informazioni e conoscenze.

Sicuramente in corso d'opera questo elenco subirà delle modifiche (testi aggiunti e/o sostituiti), quindi considerateli soprattutto come una linea guida e non come informazione tassativa.

Ovviamente a questo materiale è da aggiungere tutto quello che viene spiegato e sperimentato durante le lezioni e che riteniamo basilare e non sostituibile.

I testi obbligatori per l'esame finale vi verranno indicati di volta in volta. Le dispense che raccoglierete durante le lezioni sono da ritenere sempre e comunque argomento d'esame.

Docenti:
roberto mariotti
gabriela de paz
daniela banti

Modulo Richieste Informazioni

Usa questo Form per richiedere informazioni sui corsi

Autorizzo l'invio, anche tramite posta elettronica, di comunicazioni concernenti vostre future iniziative
Dichiaro di aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali